Grazie a tutti i visitatori. Thanks to all visitors

25.5.09

Lago Secco (o Mesca)

Le prime foto di questo lago le avevo viste sul blog di Alessandro Olmi (consiglio vivamente un passaggio sul suo blog!) e ne ero rimasto subito affascinato.
E' un lago che si trova sotto l'alpe di Succiso e si forma in primavera con l'acqua di fusione della neve. Sulle carte sentieristiche è segnato (come lago Mesca), ma lo conoscono comunque in pochi in quanto non ci passa vicino nessun sentiero e soprattutto perchè non lo si può vedere tutto l'anno.
Dopo aver sentito Alessandro per avere informazioni su come raggiungerlo, sabato 17 maggio sono partito in missione.
Dopo una bella salita di un ora ho trovato il punto di riferimento segnalatomi da Alessandro dove, da qui, occorre entrare nella faggeta e camminare in linea retta per circa 500-600 metri.
La cosa curiosa è che il lago rimane nascosto alla vista fino all'ultimo metro: l'ultimo pezzo è in salita e quando ormai pensi di aver sbagliato direzione te lo trovi davanti all'improvviso...


Panoramica 4 scatti con Nikon D80; AF-S Nikkor 18-70mm F/3,5-4,5G; 18mm - Iso100 - F/13 - 1/25 - Polarizzatore circolare Cokin (P164) - Filtro Cokin P121m (GND 2 stop) - Treppiede

Non ho fatto moltissimi scatti su particolari del lago o altro, ma ho preferito concentrarmi a riprendere per intero questo lago splendido con scatti panoramici unendo più foto.



Panoramica 8 scatti con Nikon D80; AF-S Nikkor 18-70mm F/3,5-4,5G; 18mm - Iso100 - F/13 - 1/25 -
Polarizzatore circolare Cokin (P164) - Filtro Cokin P121m (GND 2 stop) - Treppiede



Nikon D80; AF-S Nikkor 18-70mm F/3,5-4,5G; 18mm - Iso100 - F/13 - 1/6 - Polarizzatore circolare Cokin (P164) - Treppiede

Tutti questi scatti senza l'aiuto del polarizzatore non avrebbero avuto certamente gli stessi colori soprattutto per il verde delle foglie dei faggi: erano circa le 15 e la luce riflessa sulle foglie "spegneva" totalmente il verde, ma grazie al polarizzatore ho potuto eliminare questa luce riflessa davvero brutta.
Non ho scattato foto ad un orario migliore perchè dopo le 17 si è formata una cappa d'afa schifosa che ha coperto il Sole appiattendo tutto il paesaggio.
P.S.
Un grazie ad Alessandro per le sue preziose indicazioni! ;-)

4 commenti:

baldacci ha detto...

Bellissimo e come sempre scatti stupendi, domenica sono passato anche io di li un luogo davvero affascinante…..unica cosa che sono tumefatto dalle zanzare che ci sono in questo periodo incredibile!!

Ciao

Enrico ha detto...

bellissime pano!! la prima su tutte...direi che questa avventura ti ha portato ottimi frutti ;-)

Enrico

Fabrizio ha detto...

Davvero splendida la prima pano Stefano. Bellissimo il riflesso e ottimo uso dei filtri. Complimenti!

Mattia Notari ha detto...

Ci sono appena stato, davvero stupendo...
http://www.flickr.com/photos/notarimattia/8916503982/